Monitoraggio polveri PM10

ACCAM ha installato un campionatore di polveri sottili nel Comune di Magnago situato a confine dell'impianto di incenerimento. Periodicamente vengono effettuate campagne per la valutazione dell'aria ambiente.

La campagna analitica per la valutazione delle polveri di granulometria inferiore a 10 µg (PM10), anche per l'anno 2009, prevede una serie di monitoraggi a cadenza mensile, della durata di una settimana ciascuno.

Centralina di Magnago Il punto di monitoraggio individuato è situato nei pressi di un'area a circa 4 km dai camini dell'impianto Accam in direzione Ovest - nel Comune di Magnago (Scuola Don Milani, Via Diaz).

In tale sito è posizionata una centralina per il campionamento del particolato atmosferico Mod. SKYPOST PM/HV Tecora certificata TUV n. 936/802206/A.

   

A seguito del campionamento delle polveri atmosferiche, che si depositano sui filtri, vengono effettuate, da ARPA, le analisi necessarie al fine di valutare la concentrazione delle polveri presenti.

Tali concentrazioni vengono confrontate e valutate in rapporto ai dati rilevati nel medesimo periodo dalla centralina ARPA situata in Via Toscana a Busto Arsizio (punto importante della rete di monitoraggio in quanto adiacente all'impianto di incenerimento ed installato dal Consorzio ACCAM nell'anno 2000) e quelli della centralina ARPA S. Lorenzo, situata a Gallarate, posta a circa 4 Km dalla centralina di Magnago.

La legge di riferimento per quanto concerne i limiti del particolato atmosferico nell'aria è il DM n.60 del 2/4/2002.

All'allegato III di tale decreto è stabilito che il valore limite di 24 ore per la protezione della salute umana per il parametro PM10 sia di 50 µg/m3 da non superare più di 35 volte per anno civile, mentre il valore limite annuale è pari a 40 µg/m3.


News

28/12/17

Normativa IVA split payment - Assoggettamento per ACCAM S.p.a.

Informativa per tutti i fornitori Decorrenza 1 gennaio 2018 - Rettifica nostra precedente comunicazione

Avvisi, bandi e gare

05/06/17

Proroga termini - Avviso pubblico per l’individuazione di uno o più operatori economici a cui affidare in comodato d’uso apposita area in cui realizzare e gestire un impianto di conferimento dei contenitori dei rifiuti ospedalieri (CER 18.01.03) riciclabili, comprensivo dell’impianto di svuotamento e lavaggio dei contenitori nonché del sistema di alimentazione dei rifiuti contenuti alle tramogge per un quantitativo minimo di 12.000 ton/anno.

E' prorogato al 6 luglio 2017 alle ore 13:00, il termine per la presentazione di una proposta per la gestione in comodato d’uso di apposita area presso il sito Accam spa di Busto Arsizio (VA), in cui realizzare e gestire un impianto di conferimento dei contenitori dei rifiuti ospedalieri (CER 18.01.03) riciclabili, conformemente al decreto AIA n.7153 del 21/07/2016, comprensivo dell’impianto di svuotamento e lavaggio dei contenitori nonché del sistema di alimentazione dei rifiuti contenuti alle tramogge per un quantitativo minimo di 12.000 ton/anno.