Amministrazione trasparente / MOG

Il Modello Organizzativo è finalizzato, in primo luogo, a prevenire il peculiare rischio di impresa connesso alla responsabilità amministrativa della persona giuridica per illeciti comportanti reato e, dall’altra, a limitare le responsabilità stessa sotto il profilo sanzionatorio.

Pertanto, scopo del Modello è: 
 determinare una piena consapevolezza da parte del potenziale autore del reato da
commettere un illecito (la cui commissione è fortemente condannata e contraria agli 
interessi dell’Azienda, anche quando apparentemente essa potrebbe trarne vantaggio);
 stabilire linee procedimentali precise ed inderogabili per lo svolgimento delle operazioni 
sensibili;
 consentire all’Azienda di reagire tempestivamente nel prevenire od impedire la 
commissione del reato stesso, grazie ad un adeguato monitoraggio dell’attività. 
II Modello si propone, quindi, non solo di creare un sistema di regole e procedure volto a prevenire, 
per quanto ragionevolmente possibile, la commissione di reati, ma altresì di rendere edotti tutti 
coloro che agiscono in nome e per conto della Società (appartenenti o no all'organico) delle 
conseguenze che possono derivare da una condotta non conforme a quelle regole, e della possibilità 
di commissione di reati, con gravose sanzioni che ricadono sull'autore materiale del reato e sulla 
Società ai sensi del Decreto.
Tale Modello è il documento di riferimento per:
 perseguire la consapevolezza nei dipendenti, collaboratori, Organi sociali e fornitori, che 
operano per conto o nell’interesse dell’Azienda nell’ambito dei processi sensibili, di poter 
incorrere - in caso di comportamenti non conformi alle norme ed alle procedure aziendali 
(oltre che alla legge) - in illeciti passibili, oltreché di misure disciplinari, anche di 
conseguenze penalmente rilevanti non solo per se stessi, ma anche per l’Azienda; 
 colpire, con adeguate misure sanzionatorie, ogni comportamento illecito, attraverso la 
costante attività dell’Organo di Vigilanza sull’operato delle persone rispetto ai processi 
sensibili e la comminazione di sanzioni disciplinari o contrattuali. 

 

Modello Organizzativo approvato dal CdA del 1 marzo 2018

MOG

 


News

28/12/17

Normativa IVA split payment - Assoggettamento per ACCAM S.p.a.

Informativa per tutti i fornitori Decorrenza 1 gennaio 2018 - Rettifica nostra precedente comunicazione

Avvisi, bandi e gare

05/06/17

Proroga termini - Avviso pubblico per l’individuazione di uno o più operatori economici a cui affidare in comodato d’uso apposita area in cui realizzare e gestire un impianto di conferimento dei contenitori dei rifiuti ospedalieri (CER 18.01.03) riciclabili, comprensivo dell’impianto di svuotamento e lavaggio dei contenitori nonché del sistema di alimentazione dei rifiuti contenuti alle tramogge per un quantitativo minimo di 12.000 ton/anno.

E' prorogato al 6 luglio 2017 alle ore 13:00, il termine per la presentazione di una proposta per la gestione in comodato d’uso di apposita area presso il sito Accam spa di Busto Arsizio (VA), in cui realizzare e gestire un impianto di conferimento dei contenitori dei rifiuti ospedalieri (CER 18.01.03) riciclabili, conformemente al decreto AIA n.7153 del 21/07/2016, comprensivo dell’impianto di svuotamento e lavaggio dei contenitori nonché del sistema di alimentazione dei rifiuti contenuti alle tramogge per un quantitativo minimo di 12.000 ton/anno.